LI SANTI ANNANZI...LU POPULU ARRETU

LI SANTI ANNANZI...LU POPULU ARRETU
A rriata la festa te lu Santu Patrunu.
La vivenu tutti cu tanta emozione;
è tuttu prontu....nu manca nisciunu:
la banda, li fuechi e la prucissione.
La paratura? ...È na cosa speciale !
Tutta la gente...e comu la spetta...!
Quannu se dduma, 'nc'e' picchi te fare,
rimanenu tutti cu la ucca aperta.
Cupeta, nuceddre, pistacchi , torrone,
scapece, confetti, spumoni gelati...
a du giri giri sienti la 'ndore ;
annu dopu annu l'aggiu tutti ssaggiati .
A rretu alle scuole ' nc'ete le giostre ;
ogni annu ne nuscenu una diversa;
cu biti ranni e piccinni te coste
'nc'e' cu te faci la cruce alla mmersa.
Tutte le strate su chine te gente,
tutti cangiati pe l'occasione .
Incontri l'amico e poi lu parente
e l'emigratu te n 'aura nazione.
Quannu è lu momentu te la prucissione
esse lu Santu tuttu presciatu,
te uarda e ride...e tene ragione,
ae tuttu l'annu ca stae carceratu.
Intru la Chiesa china te fumu
cu salmi e orazioni l'hanu stunatu;
a n'angulieddru...nu lu uardava nisciunu...
mo' finalmente l'hanu cacciatu .
E se la gode tutta la festa:
le luci ,li spari ,la banda ca sona;
ite la gente ca se 'ngenucchia
e se sente comu lu Papa te Roma.
A rretu alla statua, tutti 'nfelati,
sindacu, uardie,assessori e do preti....
estuti te festa....ritti, 'ntustati
ca parenu pupi sulli presepi.
E le cungreghe cu tanti culuri
ognuna appartene a na chiesa diversa:
Immacolata, Sant'Ulia, Sacri Cuori...
strada facennu...qualchetuna s'a persa.
E poi 'nc'e'..lu Populu,...sempre alle fine;
nu lu iti mai annanzi...nu stae mai pe primu;
cu paternosci, rusari e candile...
se porta appressu... stu triste destinu.
A menzanotte ' nc'ete li fuechi.
Ne sparanu tanti...finu allu crai;
tutti ca babbanu..e nu te spieghi
...pare comu sia ca nu n'anu isti mai.
Gira e rigira è quista la festa.
Ene ogni annu sempre puntuale .
Ci ulimu pe n'annu cu bessa diversa
'nc'e' sulu na cosa ca se pote fare.
La cuntentezza ca te minte subbra
tienila stritta....

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)