Post

Quello strano gusto nel guardare i leader che si picchiano con le parole

Immagine
Quello strano gusto nel guardare i leader che si picchiano con le parole
Da ragazzo quando due compagni arrivavano ad azzuffarsi, tutti noi facevamo capannello intorno alla rissa. C’era chi tifava per l’uno o per l’altro e incitava a dargliele più forti. Ieri sera in Tv c’erano due persone in giacca e cravatta che se le davano di santa ragione e tutti quelli che hanno guardato la trasmissione erano davvero molto simili a noi che da ragazzi facevamo capannello per incitare i contendenti a darsele di santa ragione e sempre di più e con più forza. Ed oggi sui giornali e in Tv gli osservatori davano i voti ai due contendenti e assegnavano la vittoria a uno dei due. La rivalità e la competizione attraggono chi desidera assistere allo spettacolo della violenza, come accade per gli incontri di boxe, di Judo, di scherma, di calcio e di tutti gli sport che prevedono la rivalità. Peccato che io non capisca chi si sta dando tanto da fare a uccidere con le parole e non sappia in che modo possa essere…

1965 lettura dei libri in classe

Immagine
Le maestre leggono i libri ai loro alunni, bello vero? Io nel 1965 non avevo ancora compiuto otto anni e facevo la terza elementare quando il Maestro Alberto Tangolo disse a tutti noi che c’erano delle ore di lettura in classe e che avremmo potuto scegliere un libro dall’armadietto dove aveva riposto quelli che aveva portato lui da casa sua e quelli che ci aveva chiesto di portare da casa nostra. Io scelsi “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi e portai da casa un libro illustratissimo su Erasmo da Rotterdam. A proposito quest’ultimo fu oggetto di continue richieste di mio padre che mi incitava ad andare per farmelo restituire visto che avevo ormai finito le Elementari. Ma io quel libro non sono andato a chiederlo mai, e sono certo che è lì, da qualche parte di quella scuola “Michele Saponaro” di San Cesario di Lecce che fui tra i primi a frequentare; visto che la sua prima apertura assoluta del 1° ottobre 1963 coincise con il mio primo giorno di scuola. Nel 1965 il maestro ave…