Conversiamo per creare insieme il Mondo dei nostri sogni


Conversiamo per creare insieme il Mondo dei nostri sogni

di Antonio Bruno Ferro
E’ l’incontro, la conversazione, il dirselo e l’ascoltare. Io non so, non posso sapere, come è stato interpretato quello che ho detto, e a mia volta ho interpretato quello che ho ascoltato.
C’è una semplificazione nella vita sociale che ha portato alla adesione a questo o quel progetto politico di vita comune, in conseguenza dell’interpretazione degli slogan.
La nicchia ecologica nella quale viviamo e che si chiama “SOCIETA’ ITALIANA” non chiede altro che di poter continuare ad esistere con le sue caratteristiche. Per continuare ad essere ciò che è, applica l’affermazione paradossale che pronuncia Tancredi, nipote prediletto del principe Fabrizio Salina, nel libro Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa: « Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi».
Quindi gli italiani desiderano che tutto rimanga così com’è ed hanno votato chi gli garantisce questo.
Invece come dice Humberto Maturana Romesin "Dobbiamo trasformarci insieme e per far sì che gli esseri umani vivano insieme in armonia"
"Un paio di contadini stanno ascoltando un discorso fatto dal figlio di uno di loro".
“Di quello che ha detto tuo figlio, non ho capito niente ", disse un contadino all'altro,
" se studi ciò che sta studiando mio figlio, capirai cosa ha detto.” rispose l’altro
Se A non partecipa al mondo di B, non capirà mai il messaggio, non potrà associarlo a qualcosa che abbia senso, l'informazione non è nel messaggio, ma appare in chi riceve il messaggio.
Come stamattina le persone che ho incontrato hanno codificato qualcosa, io che ero il decodificatore ho dovuto trovare la coerenza, e per questo ho potuto decifrare il messaggio.
Maturana, evidenzia un'altra idea chiave:" Per capirci dobbiamo parlare, dobbiamo trovarci l'uno con l'altro. Gli esseri viventi, quando interagiscono hanno come conseguenza la co - creazione di Mondi, perché due organismi che interagiscono, inevitabilmente cambieranno insieme."
Come dice Maturana "L'origine dell'umano, deve essere avvenuta in un momento storico in cui il linguaggio è emerso nella convivenza. Se partecipiamo a una conversazione possiamo capire quello che si fa il linguaggio e ci renderemo conto che coordina comportamenti, relazioni, azioni, sentimenti, idee. Ma cosa deve accadere in modo che i coordinamenti siano condivisi consensualmente? Dobbiamo ritrovarci a fare delle conversazioni perché, se non ci troviamo a parlare, quel fenomeno di informazione non accadrà, dobbiamo trasformarci insieme e per far sì che gli esseri umani debbano vivere insieme e dobbiamo desiderare di vivere insieme, alla fine si tratta di trovare il modo di vivere insieme ".
Maturana sostiene ancora che noi esseri umani, siamo sistemi autopoietici, sistemi molecolari e che spieghiamo il nostro vivere, con l'esperienza del nostro vivere, e in questo modo spieghiamo i mondi che viviamo. "Siamo generatori dei mondi che abitiamo e abitiamo i mondi che hanno le condizioni che ci permettono di abitarli". Non troviamo nulla di indipendente da noi e dalla nostra storia perchè noi siamo responsabili delle conseguenze, di tutte le conseguenze, perché generiamo i mondi in cui viviamo, e  quindi noi possiamo fare in modo di generare i mondi che vogliamo vivere. "
Allora ecco che c’è l’esigenza di incontrarci per conversare, per creare insieme il Mondo dei nostri sogni.
Antonio Bruno Ferro

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)