La gestazione della mia FEDE





Sono i segni che chiamano gli altri ad ascoltare il kerygma, perché hanno visto in altri attitudini che non sanno spiegarsi. Quali attitudini? Quella del Servo di Yahvéh: che si lascia giudicare da tutti senza giudicare nessuno, risponde al male con il bene, che si addossa il peccato degli altri. Questo fa il Servo di Yahveh. E questo si dispone a fare lo Spirito con voi perché siate segno per gli uomini. Vi lascerete uccidere.
Questo è rivoluzionario e scandaloso nel mondo di contestazione e giustizia sociale in cui viviamo.
Eppure questa è la missione del cristiano: lasciarsi uccidere. In ciò si manifesterà l'amore che vi sarà consegnato. Questo farà in voi lo Spirito di Cristo. Invece di giudicare gli altri, che è l'unica cosa che sai fare, ti lascerai uccidere dai loro peccati senza giudicarli, rimettendo il giudizio a Dio.
San Paolo dice agli schiavi cristiani di obbedire ai padroni giusti e a quelli ingiusti. Perché, al male che gli facevano, Gesù Cristo rispose con il perdono. Quando gli diedero uno schiaffo non lo restituì, anche se lo aveva ricevuto ingiustamente. Ogni volta che un cristiano fa questo nel mondo, sta facendo un atto escatologico: fa presente il giudizio finale, quando Dio verrà a giudicare i vivi e i morti. Questo, ad ogni livello. Non giudicare. Questa mattina abbiamo visto che questo è quello che fa l'uomo nuovo: accetta l'altro, lo comprende, lo ama così com'è, benchè sia suo nemico. E questo, non per una tattica o con uno sforzo, ma per dono gratuito di Dio.
E quando tua moglie, i tuoi figli, il tuo collega, il tuo superiore sono tuoi nemici? Quando hanno attitudini che ti distruggono, quando non sono come piacerebbe a te. E in che cosa, appunto, si dimostra che,tu hai vinto la morte? Nel fatto che tu passi attraverso la morte, lasciandoti uccidere dal difetto dell'altro che ti distrugge. Non fai più violenza. Se ormai son sette anni che tua moglie non viene con te a messa nella Comunità, non hai più bisogno di piantargli un muso lungo così perché venga con te: capisci che se non viene è perché non gli piace o non vuole; certo che è una peccatrice che ti lascia solo, ma tu gli vuoi bene così, proprio li dove ti uccide.
Ormai non ti preoccupi più che ti vogliono bene: ora sei tu che ami gli altri. Perché questa è la tua salvezza: che ti è stato dato lo Spirito perché tu possa fare così, che sei nato di nuovo. Ormai non t'importa più che non ti amino: tu ami e comprendi tutti. Assumi il peccato degli altri. Questa è l'attitudine di Gesù Cristo: assumere il peccato di tutti gli uomini, come abbiamo letto in Isaia, addossarsi i risentimenti, gli egoismi, i peccati di tutti gli uomini. Egli non giudicò ma lasciò che lo crocifiggessero, guadagnando la salvezza per noi.
Ma Cristo vuole che ciò continui ad essere fatto nel mondo. Come si accorgeranno gli uomini di oggi che Cristo continua a perdonare i peccati e a dare gratuitamente la vita eterna? come
si accorgeranno che Dio li perdona benché siano peccatori? Nessun angelo andrà a dirglielo di notte. Per questo il mondo pensa che Dio se ne stia con un randello grosso così per castigare ogni peccato che commettiamo.
E per questo vanno a messa dal momento che hanno pur bisogno in qualche modo di pregare Dio. Come si accorgeranno gli uomini della nostra generazione che Dio ci ama così come siamo?
Come conosceranno la Buona Notizia? Come si accorgerà tuo moglie, che è un emerita egoista, che quando torna dal lavoro non ne vuol sapere niente di te e accende il televisore per
vedere la telenovela o la soap opera, che Dio la ama cos?. SE TU LA AMI COSI': PECCATRICE.
E chi è capace di amare così, quando noi tutti appena appena uno ci aggredisce lo facciamo a pezzi? Chi vuole stare con una donna egoista, con una donna che non gliene frega nulla di quello che piace a te, che non viene nemmeno più a letto con te o con un ubriaco, con uno sfruttatore dei poveri?
Chi sta con un egoista, diventa egoista...
Chi ama il nemico?
COLUI CHE HA VINTO LA MORTE, colui che ha ricevuto lo Spirito di Gesù Cristo vincitore della morte: la Chiesa, i cristiani. LA CHIESA SALVA IL MONDO ASSUMENDO IL PECCATO DEGLI UOMINI.
Questo scandalizza.
"Qual'è il vostro impegno politico e sociale di fronte alle strutture ingiuste?", ci chiedono. E
dicono: queste comunità angeliste e mistiche... tutto il giorno a pregare senza far nulla. Vogliono vedere opere, subito.
Noi diciamo di no; che per fare opere bisogna essere cristiani; che noi ora siamo in cammino; che quando saremo cristiani Cristo vivrà in noi ed allora il cristiano in un'industria farà bottoni come tutti gli altri, e se gli altri si mettono contro il padrone che è un borghese schifoso, egli amerà gli operai ma amerà anche il padrone ingiusto, e continuerà a far bottoni. Siamo assolutamente convinti di questo.
Io, oggi, in un'industria, siccome non sono Gesù Cristo, dico: sporco maledetto faccia da schiaffi! disgraziato! Ed ho in parrocchia un gruppo in cui mi riunisco e dico: così non si può continuare; gli uomini sono oppressi, e così e cosà e sporchi maledetti.... Ho bisogno di gruppi per un'azione più efficace. E' evidente: la tua azione non è cristiana perché tu non sei cristiano.
Il giorno che tu sarai cristiano, anche la tua azione lo sarà e non avrai nessun tipo d'impegno perché sarà Gesù Cristo colui che agirà quando tu agirai.
Oggi c'è crisi di azione: perché?
Semplice: perché non siamo cristiani. Ma se veramente tu sei cristiano, ti assicuro che le tue attitudini in famiglia, nel lavoro, dappertutto sono quelle di Cristo. Quello che succede è che a questo non ci crediamo e ci sembra un'utopia.
San Paolo dice: non sono io che vivo, è Cristo che vive in me.
La Chiesa è Cristo stesso che continua nella storia a lasciarsi uccidere per i peccati degli uomini.
Per questo, questo terzo cerchio, come Giuda, ha una missione molto importante nel cristianesimo. Giuda ha una parte molto attiva nel Mistero Pasquale di Gesù: è incaricato di uccidere Gesù Cristo. Coloro che attaccano la Chiesa hanno la missione importantissima di far risplendere davanti a tutti che Cristo continua a vivere lasciandosi uccidere e perdonando. Il sangue dei cristiani continua a versarsi nel secolo XX per la remissione dei peccati.
Santo Stefano, il primo martire, quando è lapidato come bestemmiatore dai guerriglieri di allora, che cosa diceva? 'Padre ti offro il mio sangue per loro: non imputar loro questo peccato'. Perché dice ciò? Perché il suo sangue è il sangue stesso di Cristo che dà la salvezza. Così gli assassini in Santo Stefano sono perdonati e salvati dal sangue del martire, offerto per loro, che è il sangue stesso di Cristo che vive in lui. Così sono perdonati i peccati degli uomini. E questo è un atto escatologico che deve realizzarsi in ogni generazione. Questa è la missione della Chiesa. Ma a questo scopo è necessario prima che Gesù Cristo ti salvi dalla morte e ti dia la vita eterna.
Gli "Atti di Felicita e Perpetua", due martiri della Chiesa primitiva, raccontano che Felicita era in prigione con la sua padrona Perpetua, condannate entrambe alle fiere. Felicita era giunta al momento di dare alla luce un bambino. Partorì nel carcere e gridava. Il carceriere, deridendola, diceva: 'se gridi ora che farai domani, quando le fiere ti divoreranno?'.Ed essa rispose: 'nel circo non soffrirò io, soffrirà Gesù Cristo, perché Cristo vive in me'. I primi cristiani avevano un'assoluta convinzione che nel martirio non erano loro che soffrivano: era Cristo che moriva con loro assumendo il peccato degli uomini. Questa è la spiritualità dei martiri.
Oggi si scopre che nel cristianesimo non c'è altra spiritualità che questa.
Purtroppo noi invece abbiamo fatto della Chiesa non una missione per il mondo ma un rifugio nel
quale tutti gli uomini possono incontrarsi con Dio ad un livello religioso-naturale.
Vedete la differenza?
Abbiamo fatto della Chiesa un tempio in cui gli uomini possono andarsi a confessare quando commettono un peccato e dove hanno un rapporto con Dio a base di riti e sacrifici. Ma è questa forse la missione della Chiesa nel mondo?
LA CHIESA E' UN CORPO VIVO DI UOMINI CHE SONO IL TEMPIO DI DIO.
Il tempio non è un recinto di pietre morte.
I cristiani sono il tempio vivo di Dio, in cui tutto ciò che è accessibile agli uomini lo diventa attraverso di loro. Per questo ì cristiani sono sacerdoti, perché partecipano al sacerdozio di Gesù Cristo, che è l'immagine del Padre. Gli uomini cambieranno la loro falsa immagine di Dio se vedono te cristiano.
Ma, per questo, dobbiamo prima darti Gesù Cristo gratuitamente. Perché ora ti lasci forse percuotere ingiustamente? lasci che ti uccidano?
Ora sono tutte buone parole; ma domani, se tua moglie non manderà a letto i bambini
all'ora che vuoi tu, se non vorrà fare sesso con te, se non vorrà venire con te in Comunità o all’eucarestia: un macello, vi urterete e litigherete.....
Se non siamo cristiani, è perché non abbiamo fede; dove si dà la fede?
IN UN CATECUMENATO.
E qui che cosa facciamo?
Proprio questo: la Chiesa si accinge a gestare in voi la fede, Gesù Cristo stesso.

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)