Mi è stato detto di rallegrarmi, perché sono stato eletto.




Dio ha voluto compiacersi in me; gli angeli mi hanno annunciato una buona notizia: la vita eterna viene verso di me, in me nascerà una nuova creatura, un nuovo essere del quale, nel Sermone della Montagna ho visto la fotografia: un uomo che non giudica, che non resiste al male,che è paziente, che scusa tutto, ecc... Gli angeli hanno parlato a molti parroci e solo alcuni, tra cui il mio, ha voluto che venissero a parlare alla parrocchia. E nelle messe li hanno ascoltati molta gente, ma solo io e pochi altri siamo andati. Dio ha pensato a me, a noi. Io all'ascoltare l'annuncio, ho fatto come Maria: come è possibile che io che sono un egoista ed un vizioso e passo la vita giudicando tutti arrivi a non giudicare, a non guardare con desiderio le donne per strada? Devo proprio cambiare moltissimo....! E' impossibile! E mi hanno risposto allo stesso modo di come ha risposto l'angelo a Maria: questa nuova creatura non sarà opera dei miei pugni chiusi e dei miei sforzi: sarà opera dello Spirito Santo. Allora io sono tra quelli che hanno creduto che Dio è potente per cambiare il mio cuore sterile di opere buone con un cuore di carne capace di dare la vita per il nemico, sono stato riempito dallo Spirito Santo, che è disceso sopra di me ed ha cominciato a gestare in me una nuova creatura. Per questo i Padri chiamano la Parola dell'Apostolo lo sperma dello Spirito Santo, perché ha il potere per fare germogliare in me una nuova creatura. L'annunciazione in Maria è per me: il Kerygma che mi hanno proclamato e che ha fatto sì che, siccome l’ho accolto, io sia stato fecondato dallo Spirito Santo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)