Il Centro di Lettura

Una lampada rossa, il mio amico Antonio De Giorgi con Sandro De Simone, Pio Fumarola e Piunuccio Ravenda tutti al Centro di Lettura del Professore Scardino. A scuola ogni tanto il maestro ci dava delle ricerche da fare a casa in pochi avevamo una enciclopedia, per questo ci si doveva muovere perché tutto quello che ci occorreva l’avremmo trovato al centro di lettura. Si trovava nell’altrio del Palazzo Ducale, nella stessa classe in cui faceva lezione la mattina il Maestro Vito Scardino. Poi si trasferì nei locali che oggi sono occupati dalla Biblioteca Comunale ovvero proprio dopo i Vigili e prima della Farmacia Pasca.

Lui lo trovavi li, immerso in quell’aula. Il professore Scardino ti chiedeva cosa volessi e ti indirizzava alla volta di una enciclopedia e pubblicazione.
Andavamo anche se non avevamo delle ricerche perché ognuno di noi passava ore a guardare l’Enciclopedia Conoscere, che era piena zeppa di illustrazioni, era bellissimo leggere le monografie e poi il resto farlo venire alla luce dall’immaginazione. Gia! L’immaginazione!


Io nella sala da pranzo avevo il tavolo dove passavo “alcuni secondi” che sembravano decine di ore per fare i compiti e invece nel Centro di lettura passavo decine di ore, che sembravano veri e propri fulmini, era un luogo senza tempo, per immaginare mondi, avventure,
Universi e ogni sorta di bellissimi viaggi dai quali emergevo o per andare per strada o per vedere la TV dei Ragazzi!
Antonio Bruno

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)