Le giostre

Un’altra bella sorpresa ieri sera è stata quella del Luna Park Marsico che ha allietato la festa del paese più bello del Mondo.
Un tripudio di musica e colori e di ragazzi e ragazze, adolescenti di 12 – 15 anni che facevano a gare per sedersi sul precario Tagatà.
Una giostra che mi ricorda l’adolescenza, quella mia, quella di quasi 50 anni fa.
Non è cambiato il successo di questa giostra, vedevo che le ragazze ed i ragazzi facevano la fila per salire su quella precaria situazione che ti fa sentore sbattuto qua e la, proprio come accade nella vita sino a quando non capisci che è la precarietà che guida l’esistenza di ciascuno di noi.

Antonio Bruno

Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Fortunato: UN UOMO SOLO AL COMANDO.

La collaborazione dei cittadini per sostituire le oligarchie finanziarie

Il gioco coi boccioli di papavero comune o rosolaccio (Papaver rhoeas L.)