Nel 444 d.c. Galla Placidia, mentre soggiornava a Terracina, fu posseduta dal diavolo, ma pregando sulle spoglie di San Cesario miracolosamente guarì.

Il monaco Quarto da Capua aveva ricomposto il corpo di Sant’Eusebio e Felice e gli aveva dato degna sepoltura presso la tomba di Cesario e Giuliano. Nel 444 d.c. Galla Placidia, mentre soggiornava a Terracina, fu posseduta dal diavolo, ma pregando sulle spoglie di San Cesario  miracolosamente guarì. L’ imperatore Valentiniano III volle trasferire le reliquie in un oratorio eretto in suo onore sul palatino. Ma il corpo successivamente fu trasportato nella basilica Santa Croce di Gerusalemme











Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Fortunato: UN UOMO SOLO AL COMANDO.

La collaborazione dei cittadini per sostituire le oligarchie finanziarie

Facciamo tornare Piazza Garibaldi allo splendore del 1978?