Chi è Otello Albanese nato a San Cesario di Lecce il 4 Giugno 1903 e deceduto a Lecce nel 1965?

Otello Albanese è stato una figura di primo piano per gli appassionati di motociclismo. È nato a San Cesario di Lecce il 4 Giugno 1903 ed è deceduto a Lecce nel 1965. Probabilmente è poco conosciuto dai suoi concittadini ma è stato un bravissimo meccanico; nel 1930, insieme con i suoi fratelli Eugenio, Alfredo e Cosimo, diede vita alla prima moto leggera da 175 cm3 con un motore a tre valvole, un gioiello degli anni '30; solo nel 1933 questo tipo di motore fu montato sulla moto Gilera 500 VT.
Otello Albanese aveva l'officina in via Caponic, unica fabbrica di motociclette nel Sud Italia attiva sul mercato prima della seconda guerra mondiale; costruiva personalmente i pezzi del motore e del telaio che poi assemblava . Nel quinquennio che va dal 1930 al 1935 furono costruite una sessantina di motociclette.
Non ci è rimasto nessun esemplare di moto di sua costruzione però sappiamo che c'era un listino prezzi nell'officina di via Caponic: la versione "A" da 175 cc costava 3700 lire; la "O" Supersport Lusso sempre da 175 cc costava invece 4700 lire; la "S" da 250 cc costava 5200 lire. I prezzi erano molto elevati per quei tempi, e per questo motivo Otello Albanese trovò difficoltà ad inserirsi sul mercato nazionale e ancor di più su quello Meridionale, ancor più povero perché l'attività prevalente in quel periodo era l'agricoltura. Tutte le versioni erano rifinite con colori rosso, viola e oro. Allo scopo di propagandare e pubblicizzare il suo prodotto, partecipa con il marchio "Gruppo Moto Lecce" ad esposizioni anche fuori regione.
Fonda una squadra di motociclisti sponsorizzata da lui stesso

Nel 1935, dalla produzione di motociclette passa alla produzione di biciclette a motore spinte da un motore Sachs da 75 cm 3 e poi alla produzione di biciclette comuni. Nel 1940 inventa una bicicletta con un motore elettrico: "Elettro", che con una carica elettrica poteva raggiungere i 30 km/h con un'autonomia di 100 km.
Otello Albanese aveva delle intuizioni geniali e moderne; gran parte del suo tempo lo passava nel suo laboratorio. Nel corso di una serata nel 2003, organizzata dall'associazione "Messapia Automotoclub storico", è stata ricordata la figura di Otello Albanese. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Antonella, non posso tenerti per mano, allora ti porto nel cuore

Dove siete giovani?