Biologia: il punto di vista originale per studiare la comunicazione



Tutto ciò di cui hai bisogno ... è amore?


È possibile riconoscere che l'essere umano è un individuo e allo stesso tempo sociale, ma è sempre stato fatto da una prospettiva sociologica, filosofica o altra, che non ammette la convivenza di queste affermazioni, perché cercano sempre di dare risposte separate, vale a dire , un'alternativa è accettata, ma allo stesso tempo l'altra viene confutata. Tuttavia, negli anni '70 Humberto Maturana appare e dà una nuova aria a questa dualità, poiché cerca di spiegare questo fenomeno dal punto di vista biologico.

In " L'albero della conoscenza ", e anche in altri libri, Maturana spiega come conformarsi al sociale. Per questo, parte dal più semplice: cerca un modello comune che identifichi gli esseri viventi in quanto tali. È così che crea il termine autopoiesis (o la produzione di se stesso), che sarebbe una condizione necessaria per l'esistenza di esseri viventi.

L'autopoiesi è vitale nel suo modo di pensare e, naturalmente, nelle attuali teorie della comunicazione, poiché questo concetto è preso da altri ricercatori, come il sociologo Luhmann, per spiegare i fenomeni del sociale e della comunicazione.

Attraverso il linguaggio portiamo un mondo nelle nostre mani

Tornando a ciò che ha detto Maturana, parla anche dell'ontogenesi con cui possiamo creare un legame con l'aspetto individuale dell'essere umano. Questo perché il concetto si riferisce alla storia del cambiamento strutturale di un'unità. Quindi, puoi creare una relazione con quelle esperienze che sono specifiche per gli individui e irripetibili negli altri e che aiutano a formare il tuo mondo.

Ma come possiamo raggiungere l'aspetto sociale? Maturana è di nuovo brillante quando si tratta di mettere la biologia al servizio della comunicazione. Dice che le cellule o le unità generano strutture più complesse (metacellulari) attraverso quello che lui chiama accoppiamento strutturale. Quindi, un individuo (che è un essere umano e un essere vivente) collega la sua ontogenesi con un altro che fa lo stesso e in questo modo viene costruita una nuova realtà condivisa.

Va notato che questo accoppiamento strutturale non si verifica da solo. Secondo Maturana, e come dicevano i Beatles nella loro canzone classica "All you need is love", è l'amore che ci porta a stabilire collegamenti con gli altri. L'amore non in senso profondo, come quello di una coppia, ma quello che ha a che fare con la comprensione che accanto a noi c'è un'altra persona che è simile. Comprendendo e accettando questo, ci sarà uno spazio che chiameremo sociale e che, in breve, è ciò che ci rende umani.

Come si verifica questo accoppiamento è nella comunicazione che ha origine nella lingua. Attraverso questo possiamo fare il mondo, elementi di design, trasferire informazioni, ecc.

Indubbiamente, il nuovo aspetto di Maturana è stato un grande contributo alla comprensione della comunicazione. La creazione di concetti, così come la presentazione di situazioni semplici che nessuno aveva precedentemente detto, gli hanno permesso di avere un grande impatto tra gli studenti di questo argomento.

Il più significativo, e forse strano, è che una persona delle scienze esatte è riuscita a configurare le linee guida per un argomento che corrisponde tradizionalmente alle discipline umanistiche. Oltre ad essere basato sull'amore come forza motrice della società, in un sentimento, in un'astrazione, in qualcosa che richiede interesse, volontà e riflessione da parte delle persone e non in un oggetto concreto come ci si potrebbe aspettare da uno scienziato .

Commenti

Post popolari in questo blog

Antonella, non posso tenerti per mano, allora ti porto nel cuore

Dove siete giovani?