Un’unica Società: l’umanità



Adesso anche gli industriali agitano la clava del Pil sul Governo italiano, per significare che le decisioni si prendono in Europa e nel Mondo, e che Roma e il suo Governo deve smetterla di pensare che a decidere siano i soli rappresentanti dei cittadini italiani, è ora di affrontare finalmente ciò che tutti fanno finta di non vedere, ovvero l’unica società composta da tutte le persone che abitano la faccia della Terra.
Inutile agitarsi, tanto “contro la forza, la ragione non vale”. Da Roma non si può decidere di conservare il Pianeta Terra così come lo conosciamo, da Roma non si può decidere come gestire le persone che si muovono sulla faccia della Terra, da Roma non si può decidere come redistribuire la ricchezza mondiale perché non ci siano donne, bambini e uomini che ogni giorno muoiono di fame.
Quindi si smetta con questo accanimento terapeutico per la resurrezione degli Stati Nazionali e si proceda senz’altro alla formazione di un governo Europeo con tasse uguali per tutti, diritti uguali per tutti con un'unica banca, un unico esercito ecc.
L’Europa diventi il paradigma per tutto l’Universo Mondo per ottenere l’unico Governo del Pianeta Terra, e fra qualche mese si potrebbe votare per il governo dell’umanità.
Antonio Bruno Ferro

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)