CHE COS'È L'AMORE?





Una persona dice che qualcuno ha un comportamento amorevole quando vede che qualcuno si comporta in modo tale che attraverso quello che fa, emerge nella sua legittimità con lui o lei. Amare è il modo di relazionarsi nel quale l'altro non deve scusarsi per essere, in cui l'atteggiamento di uno non precede un pregiudizio, un'aspettativa o un'esigenza nella relazione e apre uno spazio per apparire quindi qualsiasi cosa possa apparire.
Perché a prima vista, sembra, gli esseri umani sono gli unici che possano amare, se in definitiva l'amore è uno stato che permette finalmente l'esistenza di un altro? Siccome non siamo gli unici a vivere in comunità, perché sembra che siamo gli unici che amiamo?
Sappiamo che non siamo gli unici che amiamo. Ad esempio, quando arriviamo a casa e vediamo l'animale domestico, diciamo quanto sia affettuoso il cucciolo, o qualsiasi altra cosa. Ossia la cosa peculiare della cosa umana non è nella cosa amorevole di per sé, se non che è in essa che appartiene a una storia evolutiva in cui la coesistenza amorevole è stata la cosa centrale, non la lotta, non l'aggressione, è un'azione da accogliere , per coltivare la relazione materno-infantile dell'infanzia per tutta la vita, fino all'età adulta, alla vecchiaia, ecco perché gli esseri umani hanno bisogno di questa relazione per tutta la vita. Gli esseri umani sono nati amorevoli. Tutti gli esseri umani nascono amorevoli, nascono nella fiducia implicita, il bambino nasce, nella sua struttura, nella sua anatomia, nella sua fisiologia, nella fiducia implicita. Perché non è una sicurezza pensarlo che raggiunge un ambiente che lo accoglie,

Se l'amore è così importante, perché a volte il conflitto è più importante dell'amore?

Il conflitto è culturale, appartiene al modo di vivere, un modo di vivere che nega questo altro modo di vivere basilare. A volte questa iniziazione all'amore è tradita da circostanze di convivenza, tradita significa che il bambino viene danneggiato abusato, quindi viene trasformato dall'ambiente in cui questo porta a diversi modi di vivere. Il futuro dell'umanità non sono i bambini ma gli adulti con cui vivono i bambini, perché sono trasformati nel loro modo di vivere con gli adulti con cui vivono ....

Humberto Maturana

http://www.concierto.cl/podcasts/dingodomingo/mp3/dingodomingo_8_4_07.mp3

Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)