Humberto Maturana: “Perché applaudite, se ancora non ho detto una parola?”




Le riflessioni di Humberto Maturana quando le comunico ad una persona (di cui non faccio il nome perché non ho chiesto il permesso) afferma che sono “cose che si sanno”. Io invece le sue riflessioni le troivo sempre “illuminanti”, come se dopo aver avuto una conversazione con lui, tutto appaia chiaro, trasparente e splendido nella sua semplicità.
Come queste parole che Maturana spesso pronuncia all’apertura delle sue conferenze. In genere quando andiamo a parlare in qualche convegno e incontro, c’è una persona che ci presenta e, dopo quelle parole introduttive, in genere scatta l’applauso.
Maturana approfitta di questo fatto, anche di questo che potrebbe sembrare un fatto banale, evidente perché si presenta tante volte, per fare riflettere le persone convenute in quel luogo per ascoltare le sue parole.
Lui in genere dice: "Grazie mille per l'applauso. Perché avete applaudito, se non abbiamo ancora detto nulla?” ecco la domanda che invita alla riflessione. E poi propone la sua riflessione, quella che ha fatto quando ha notato che senza che lui abbia ancora detto nulla accadeva che le persone lo applaudissero. Ecco cosa dice: “Voi avete applaudito le vostre aspettative, in definitiva applaudite ciò che vi aspettate che io dica. Ma ho una buona notizia per voi, le aspettative non vengono mai soddisfatte, né le vostre né quelle degli altri "
Geniale vero?

Antonio Bruno Ferro


Commenti

Post popolari in questo blog

Renato Gorgoni

Prima le persone. Competizione o collaborazione? (destra e sinistra non esistono)